martedì 18 maggio 2021

Un libro per affrontare le paure

Ho sempre immaginato di scrivere un libro... un libro vero...

E l'ho fatto poi nei modi più bizzarri...

Diciamo che questo è il primo libro che realizzo interamente da sola, disegni, testi e persino stampa, colorazione e rilegatura.

Ed è un libro scritto con il cuore.

Da un mesetto mio nipote ha una paura incredibile dell'aspirapolvere automatico.

Ho deciso di provare ad aiutarlo realizzando questo libro (in fondo all'articolo il PDF del libro!


TUTORIAL

Per prima cosa ho abbozzato uno storyboard su carta e ho poi trascritto il testo al computer.

Poi, sempre al computer, ho realizzato i disegni e formattato il testo (con penna su un pc  touch Lenovo Thinkpad con il programma gratuito GIMP) all'interno di un formato quadrato (15x15 cm)

storyboard cartaceo e prima bozza al computer

 Ho poi inserito le pagine su un documento di  LIBREOFFICE, settando l'orientamento della pagina su "orizzontale" e spuntando l'opzione "bordi dell'immagine" e sistemando l'immagine sulla destra del foglio.

Ho deciso di stampare su dei vecchi fogli lisci che utilizzavamo per educazione tecnica quando facevamo le scuole medie.

Ho ritagliato i fogli con l'aiuto della tagliacarte (originariamente in formato 33,00x48,00) ricavando per ciascuno 4 fogli in formato A5 (21,00x15,00 precisamente).

Ho stampato (con una stampante ad uso domestico, una Canon Inkjet) il file solo "FRONTE" sugli A5 ritagliati.

Ho colorato con gli acquerelli senza che questo "sbavasse" i contorni tracciati dalla stampante.

colorazione con gli acquerelli sulla stampa

Con un cartoncino colorato e un po' più spesso ho creato la copertina che sulla quale ho anche incollato nuovamente l'immagine creata per la copertina del libro.

Ho poi utilizzato questo strumento manuale (il nome specifico è "punzonatrice" o "trapano per carta", ho utilizzato quella che mia sorella ha ricevuto in dono dopo uno stage in una legatoria che è di questo tipo) per bucare la carta dopo aver fermato i fogli nella giusta posizione con l'ausilio di alcuni morsetti che generalmente si utilizzano per il legno.

operazione di punzonatura

 

Ho poi utilizzato la rilegatura giapponese più semplice (questo è solo uno dei moltissimi tutorial online) con del filo di cotone bianco per rilegare il libro.

rilegatura finita


Infine ho segnato il punto di piegatura delle pagine (potete farlo con una stecca d'osso, con un tagliacarte in legno o anche con la punta di una penna scarica) con l'ausilio di un righello.

operazione di piegatura delle pagine

 


Perché il libro si intitola  IL SEGRETO?

Semplice, questo è il magico secondo nome che il mio nipotino ha dato all'aspirapolvere da quando la teme.


PDF del libro "IL SEGRETO - storia di un piccolo aspirapolvere che non voleva fare paura"

 Se qualcuno dovesse trovarsi di fronte a bambini con la stessa paura potete utilizzare i PDF del libro che ho caricato su DRIVE:

Vi consiglio quello in bianco e nero che potete colorare voi stessi o insieme ai bambini, ma in caso c'è anche la versione colorata!

 

- PDF da colorare

- PDF colorato 


Lasciate un commento se vi è piaciuta l'idea o se avete qualche esperimento da condividere ;)




domenica 1 settembre 2019

Dove il Piave e le dolomiti si incontrano...

Mi sento come una portatrice di antichi mestieri...
Mi sono ritrovata a raccogliere qualche piccolo sasso mentre camminavo (in realtà l'ho sempre fatto fin da quando ero piccolina)...
Poi un'amica è arrivata con in dono qualche sasso tondo del Piave...
E lì mi è scattata l'idea: costruire degli orecchini con le pietre raccolte: senza lavorarle , levigarle... usandole così, con le loro imperfezioni tipiche della perfezione della natura.

In alcuni ho provato qualche interazione oltre che con il filo metallico (acciaio, rame...) anche con le perline o la carta...
Fatemi sapere se vi piacciono ;)












Magici magneti (per i nostalgici di Harry Potter)

Per chi, come me, vive nella costante nostalgia del mondo di Harry Potter, non c'è rimedio migliore che utilizzare la mia creatività per far rivivere almeno un pezzetto di quel mondo.
È così che nel periodo natalizio mi sono dedicata alla creazione di alcuni magneti con l'aiuto del mio fedele pirografo della mia fedele bacchetta magica...  ; P

Spero che ciascuno di voi trovi il piccolo Harry che aspetta ancora la lettera per Hogwarts.



Un orologio mondiale

La passione di un'amica per i viaggi intorno al mondo mi ha portato a realizzare questo particolare orologio!

Realizzato su compensato, colorato con colori ad acquerello e rifinito con la vernice all'acqua.

Spero vi piaccia!






giovedì 20 settembre 2018

Un battesimo speciale

Una coppia di amici mi ha chiesto di confezionare degli angioletti in compensato per il battesimo del loro bimbo che ho conosciuto quando era ancora nella pancia della sua mamma...


Sono molto orgogliosa di presentarvi la piccola schiera celeste composta da 100 piccoli angioletti e 3 angeli più grandi (per i nonni e la madrina).


Gli angioletti hanno un piccolo foro dove si può inserire il nastro per agganciarlo alla bomboniera oppure per utilizzarlo come un portachiavi.







Ecco alcune foto della lavorazione...





Se siete interessati a saperne di più o ad ordinarne qualcuno utilizzate il modulo di contatto del blog ;)

Dietro gli angioletti si può riportare nome e data di nascita del bambino.